Il progetto:
molto più di una cantina

Il progetto:
molto più di una cantina

Il progetto della nuova cantina Al Monte di Livio, attualmente in fase di realizzazione, prevede il recupero dell’attuale cantina, dei fabbricati rurali pre-esistenti destinati alla lavorazione del vino che verranno interamente “vestiti” da vigne e reti metalliche elettrosaldate con la funzione di inverdire e ombreggiare le facciate stesse.

Contestualmente verrà completamente riorganizzato il corpo edilizio principale destinato a bottaia, wine shop, area degustazioni ed eventi.

Articolata su tre livelli, la nuova cantina di Al Monte di Livio vuole rappresentare la sintesi tra uomo e terra.
Caratterizzata da una forte matericità conferita dai materiali e dalle forme elementari, il progetto intende rievocare i fabbricati rurali che caratterizzano il paesaggio collinare dell’area DOC di Breganze.

I nuovi volumi della cantina affondano ed emergono dal terreno declive, integrandosi armoniosamente nell’ambiente verdeggiante rispettando il proprio andamento naturale. I rivestimenti delle facciate in pietra naturale grigio chiaro, i marcapiani e i tetti completamente vestiti di una pelle in corten, accentuano l’aspetto naturale delle strutture.
Gli spazi interni sono in continuo dialogo con l’esterno garantito dalle ampie vetrate e dalle continuità prospettiche permettendo un’estensione degli ambienti a stretto contatto con la rigogliosa natura circostante.

Tutti i livelli sono collegati da un’imponente scala in ferro, mentre lucernai e finestre interne comunicano visivamente con gli spazi, in un continuum architettonico permeato di luce naturale e atmosfera agreste.

Il progetto:
molto più di una cantina

Il progetto:
molto più di una cantina

Il progetto della nuova cantina Al Monte di Livio, attualmente in fase di realizzazione, prevede il recupero dell’attuale cantina, dei fabbricati rurali pre-esistenti destinati alla lavorazione del vino che verranno interamente “vestiti” da vigne e reti metalliche elettrosaldate con la funzione di inverdire e ombreggiare le facciate stesse.

Contestualmente verrà completamente riorganizzato il corpo edilizio principale destinato a bottaia, wine shop, area degustazioni ed eventi.

Articolata su tre livelli, la nuova cantina di Al Monte di Livio vuole rappresentare la sintesi tra uomo e terra.
Caratterizzata da una forte matericità conferita dai materiali e dalle forme elementari, il progetto intende rievocare i fabbricati rurali che caratterizzano il paesaggio collinare dell’area DOC di Breganze.

I nuovi volumi della cantina affondano ed emergono dal terreno declive, integrandosi armoniosamente nell’ambiente verdeggiante rispettando il proprio andamento naturale. I rivestimenti delle facciate in pietra naturale grigio chiaro, i marcapiani e i tetti completamente vestiti di una pelle in corten, accentuano l’aspetto naturale delle strutture.
Gli spazi interni sono in continuo dialogo con l’esterno garantito dalle ampie vetrate e dalle continuità prospettiche permettendo un’estensione degli ambienti a stretto contatto con la rigogliosa natura circostante.

Tutti i livelli sono collegati da un’imponente scala in ferro, mentre lucernai e finestre interne comunicano visivamente con gli spazi, in un continuum architettonico permeato di luce naturale e atmosfera agreste.

le bolle

le bolle

i bianchi

i bianchi

il rosso

contattaci

Accettazione Privacy POlicy

4 + 2 =